07
Feb
10

TRADURRE IL FRANCESE

SESTINE DI CAMPODIMELE (traduzione da “Sextines de Campodimele” di Nicole Drano Stamberg), Comune di Campodimele 2002

Dans ce village
j’ai regardé le ciel sans bouger
et j’ai parlé toute seule dans le vent.
Je t’ai appelé.
Tu m’as ouvert la porte d’une chambre
en m’offrant un bol de miel.

O Arnaldo nos sextines de chair
n’auront ni ordre ni règle.
Pour nous l’obéissance absolue dans nos vers
sera la mathématique des probabilités.
La brise ne sera que nos lèvres
« Amors, gara ! sui ben vengutz»

Da questo paese
ho fissato lo sguardo nel cielo
e sola sola ho parlato nel vento.
Ti ho chiamato e tu
mi hai aperto la porta di una stanza
offrendomi un vasetto di miele.

O Arnaldo le nostre sestine di carne
nessun ordine avranno né regola.
Per noi obbedienza assoluta nei nostri versi
sarà il calcolo delle probabilità.
Appena un respiro sulle nostre labbra:
“Amore, guarda! sei ben prigioniero”

Per sempre il lago / La carretta del carbone (traduzione di “A JAMAIS LE LAC / LA CHARRETTE DE CHARBON” di Georges Drano) – la stanza del poeta, Gaeta, febbraio 2006

 

Il passaggio e la luce (traduzione di “LE PASSAGE ET LA LUMIERE” di Georges Drano), entrées maritimes, Frontignan 2006

Annunci

1 Response to “TRADURRE IL FRANCESE”


  1. 13 giugno 2010 alle 06:46

    un très beau texte…un lyrisme attachant


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: